6 lezioni di vita che ho imparato fotografando il mondo

0

Chi ama la fotografia sa bene quanto essa sia una buona metafora della vita. Perché quando ti alleni a guardare il mondo attraverso una lente, fermare un attimo e poi rivivere quell’attimo nell’immagine, il cervello impara qualcosa di più di ciò che ti circonda.

fotografando il mondo

6 lezioni di vita che ho imparato fotografando il mondo

#1 Non aver paura di rompere o sporcare la tua macchina fotografica

Quando compri una nuova macchina fotografica di solito stai molto attento a non rovinarla. La tieni sempre chiusa nella sua custodia, la estrai per il breve momento di una foto e poi la rimetti via. Ci sono persone che continuano a fare così per sempre.

Non voglio criticare, può darsi sia giusto come fanno loro. Io, però, ho iniziato a fare foto migliori quando ho smesso di preoccuparmi di rovinare la mia macchina fotografica.

Nella vita, la paura che qualcosa potesse andare storto mi bloccava e mi faceva indietreggiare di fronte alle situazioni dove non mi sentivo sicuro.  Ora che ho smesso di preoccuparmi e sono pronto a uscire dalla mia zona di comfort vivo fantastiche avventure. E se la mia macchina fotografica è un po’ segnata non importa, la vita è proprio questo.

 

#2 Non aspettare l’inquadratura perfetta, cercala.

Una volta volevo fotografare un tramonto ma non trovavo la luce giusta. Ho aspettate molte sere in quello stesso posto ma ogni volta le foto che scattavo non erano esattamente quello che volevo.

Un giorno ho cambiato sfondo. Ho dovuto camminare quasi due ore per trovare questo nuovo sfondo ma la prima foto che ho scattato mi sembrava perfetta.

Non basta aspettare che il treno passi, bisogna andare a prenderlo.

 

#3 Cerca il bello in ogni cosa.

A volte una foto viene male a volte viene bene. Se viene bene è perché sono riuscito a trovare qualcosa di bello in quello che stavo fotografando.

Ora è così in ogni ambito della mia vita. Ho imparato che le cose non sono bianche o nere ma tutto dipende da come lo guardi.

 

#4 Semplifica e metti a fuoco le cose importanti.

Quando ho iniziato facevo foto molto confuse. C’erano nella scena un sacco di elementi inutili per la foto, che oltretutto distraevano l’attenzione di chi la guardava.

Allora ho cominciato a semplificare. Decidevo cosa mettere a fuoco e attorno a quell’elemento centrale facevo pulizia, lasciando solo i dettagli che potevano arricchire di significato quel singolo elemento centrale.

Anche nella vita faccio così, non perdo tempo dietro i dettagli inutile o poco comprensibile delle cose e sto bene attento a cosa merita di essere messo a fuoco.

 

#5 Ognuno ha le sue lenti.

Confrontandosi con gli altri fotografi si capisce subito che tutto è una questione di lenti. Ognuno ha le sue preferite e quella preferenza determina la tipologia di foto che scatterà. Non è vero che una lente è più giusta dell’altra, dipende da cosa vogliamo ottenere. È anche vero che l’abitudine a una lente ti abitua a desiderare certe cose piuttosto che altre.

Ognuno di noi guarda il mondo attraverso il filtro della sua psiche. Percepisce certe cose come più in risalto di altre e questo lo porta a ragionare diversamente da come faccio io. Ma non è una cosa brutta, anzi.

Parlando con qualcuno che usa lenti diverse dalle tue puoi sempre imparare qualcosa.

Share.

Comments are closed.

Commenti