Foto prima e dopo che rivelano come la Siria sia stata distrutta dalla guerra

0

La guerra in Siria è cominciata nel 2011 e prosegue tuttora. In 5 anni si contano oltre 220mila vittime e migliaia di profughi.
È cominciata nel marzo 2011, dopo una manifestazione popolare contro il regime del presidente Bashar al-Assad, successore di suo padre, e dal 2000 al governo di questo stato del medio oriente (la famiglia Al-Assad, complessivamente, governa a Damasco dal 1971). Il regime di Al-Assad cercò di reprimere con la forza le manifestazioni, causando centinaia di morti, ma le proteste si diffusero.
In seguito alle repressioni parte dei manifestanti è passata alla lotta armata, anche alcuni soldati dell’esercito siriano si sono uniti ai combattenti. Alla fine del 2011 alcuni ufficiali disertori hanno proclamato la nascita dell’Esercito Siriano Libero (cioè l’FSA, Free Sirian Army). Da allora si è passati ad una vera e proprio guerra civile.

Nel primo periodo del 2012 si affiancano all’FSA altri gruppi di oppositori tra i quali c’è il Fronte al-Nusra, nato a il 23 gennaio 2012 come branca siriana di al-Qaida e dello Stato Islamico dell’Iraq (ISI). Al-Nusra è costituito da fondamentalisti sunniti che vedono nella guerra in Siria un’opportunità per rovesciare il regime di Bashar Al-Assad e per la nascita di uno Stato Islamico in Siria.

Nel 2014 l’ISIS si distacca dal Fronte di al-Nusra, Il fronte dei ribelli è sempre più spaccato.  Nel frattempo l’ONU indice una conferenza di Pace a Ginevra per cercare di risolvere la crisi Siriana.
A giugno 2014 al-Assan viene rieletto mentre lo Stato Islamico dell’Iraq e del Levante conquista molte città dell’Iraq. Il 29 giugno l’ISIS proclama la nascita del Califfato, che comprende territori tra la Siria e l’Iraq.

Com’è la situazione ora: negli ultimi mesi lo Stato Islamico viene bombardato dagli aerei della coalizione guidata dagli Stati Uniti mentre le forze armate russe appoggiano l’esercito governativo siriano che ha riconquistato la città di Aleppo.
Nella sera del 15 novembre la Francia, già impegnata negli interventi in Siria, ha effettuato un bombardamento aereo sulla città di Raqqa, con il supporto degli USA. Il bombardamento viene visto come una risposta ai terribili attentati terroristici avvenuti a Parigi la sera del 13 novembre.

Fonte – Studenti.it

In questo articolo vediamo alcune foto della città di Aleppo prima e dopo la guerra.

20-photos-describe-the-WAR-577a13d723d23__700

20-photos-describe-the-WAR-577a13da2e83e__700 20-photos-describe-the-WAR-577a13e7e0bd2__700 20-photos-describe-the-WAR-577a13eb02473__700 20-photos-describe-the-WAR-577a13fccf0f4__700 20-photos-describe-the-WAR-577a14eaef767__700 20-photos-describe-the-WAR-577a15f64453e__700 20-photos-describe-the-WAR-577a140bd733a__700 20-photos-describe-the-WAR-577a141ee1161__700 20-photos-describe-the-WAR-577a162ecaa84__700 20-photos-describe-the-WAR-577a1402c73fe__700 20-photos-describe-the-WAR-577a1429c34f5__700 20-photos-describe-the-WAR-577a141912ef4__700 20-photos-describe-the-WAR-577a1410158c7__700 20-photos-describe-the-WAR-577a1426031f7__700

Share.

Comments are closed.

Commenti