Perché vai in bicicletta? – racconto zen

0

Un maestro Zen vide cinque dei suoi studenti di ritorno dal mercato, in sella alle loro biciclette.

Quando arrivarono al monastero, l’insegnante chiese agli studenti: «Perché andate bicicletta?»

Il primo studente rispose: «La bicicletta sta portando questo sacco di patate. Sono contento di non dover portare il peso sulla schiena.» L’insegnante disse: «Tu sei un ragazzo intelligente. Quando sarai vecchio, non camminerai curvo come me.»

Il secondo studente rispose: «Mi piace vedere altri posti, guardare gli alberi e campi lungo il sentiero.» L’insegnante lo elogiò: «I tuoi occhi sono aperti e in grado di vedere il mondo.»

Il terzo studente rispose: «Il ritmo della pedalata fluida libera la mia mente e il mio corpo.» L’insegnante lo applaudì: «La tua mente rotolerà con la facilità di una ruota.»

Il quarto studente rispose: «In sella alla mia bicicletta, vivo in armonia con la natura, l’ambiente e tutti gli esseri senzienti.» L’insegnante disse: «Stai pedalando sul sentiero d’oro della compassione.»

Il quinto studente rispose: «Io vado in bicicletta per andare in bicicletta.» L’insegnante seduto ai piedi del quinto studente rispose: «Io sono il tuo studente.»

tratto da “The Bicycle: Vehicle for Societal Change”

Share.

Comments are closed.

Commenti